Alla Boldrini scappa la verità. Scappano davvero tutti dalla guerra gli immigrati? Quali sono i veri motivi dell’ immigrazione? E’ in atto un piano diabolico: “La grande sostituzione”.

Pensare che in Italia arriva una bassissima percentuale di immigrati provenienti dallaSiria, dalla Libia e da altre nazioni in guerra fa riflettere molto. Oltre a questi vi sono bengalesi, egiziani, algerini, tunisini, nigeriani ecc, un misto di etnie sulla soglia della povertà assoluta, ma che non scappano dalla guerra come vogliono farci credere i media di regime, che associano spesso i bombardamenti con l’ondata di immigrazione. Sembra un lavaggio del cervello, una manipolazione mentale per farci accettare tutto ciò che sta accadendo, ma qual’è la verità? Perchè in Italia sbarcano tutti questi immigrati? Quanti ne sbarcheranno ancora? A svelare questo “mistero” è Laura Boldrini, perché ha finalmente rivelato che cosa si nasconde dietro la retorica buonista sull’immigrazione.. Su un tweet risalente al 12 marzo 2016, Laura Boldrini ha scritto: <<Italia è paese a crescita 0. Per avere 66 milioni di abitanti nel 2055 dovremmo accogliere un congruo numero di migranti ogni anno.>> boldrini piano immigrazione In un solo tweet è specifitato l’anno della fine del flusso migratorio con tanto di motivo, e il “congruo numero” di migranti da importare ogni anno per arrivare a 66 milioni di abitanti ammonta a 300-400 mila. Gli italiani a causa della crisi non fanno più figli e contemporaneamente invecchiano sempre di più, è logico che la popolazione diminuisce e va reintegrata. Arrivati a questo punto, la domanda che nasce spontanea è: “ma allora perchè non si fanno politiche per aiutare le famiglie e per favorire nuove nascite?” Perchè è più conveniente e più facile importare e sostituire gli italiani con gli immigrati, perchè costano meno e lavorano per meno. Loro vengono a fare gli schiavi sottopagati, mentre gli italiani diventano più poveri, fino a che un giorno italiani e stranieri saranno tutti uguali, tutti sottomessi alla dittatura finanziaria. Entro il 2055 quindi 15 milioni di immigrati dovranno sostituire gli italiani, quella di cui parla la Boldrini non è accoglienza ma è un’altra cosa, si tratta di “grande sostituzione”. Grazie alla grande sostituzione oggi chi è ricco potrà arricchirsi sempre di più, chi non lo è sarà spazzato via e sostituito dagli stranieri. I nostri politici non fanno il tifo per l’accoglienza perchè sono buoni, ma perchè c’è un elite che da anni lavora per trasformarci in poveri sfruttati.

L’articolo sopra descritto è tratto dal seguente servizio della trasmissione “La Gabbia” su La7 : Il piano della Boldrini per la grande invasione.

Commenti

commenta