Press "Enter" to skip to content

Gli alimenti giusti per depurare il fegato

Il fegato svolge un ruolo primario per la salute dell’organismo umano. È infatti uno dei principali organi emuntori, fondamentale per prevenire patologie e malattie poiché in grado di espellere le tossine. Le cellule del fegato scompongono le sostanze tossiche e procedono con la loro eliminazione.

Il fegato contribuisce al metabolismo di alimenti, e in particolare di proteine e grassi, e degli ormoni. Essenziale per la disintossicazione dell’organismo, è l’organo responsabile dell’immagazzinamento di ferro e vitamine.

Tuttavia, quando le tossine sono troppe il fegato è sovraccarico e non può più svolgere le sue funzioni. È opportuno che l’organo sia disintossicato e mantenuto sano costantemente. Un’alimentazione corretta rappresenta il migliore strumento per farlo.

I sintomi di un eccesso di tossine a carico del fegato

Il nostro corpo ci invia spesso dei segnali per indicare un disturbo a carico del fegato. Tra questi indichiamo in particolare:

  • disturbi e difficoltà di digestione;
  • senso di spossatezza;
  • stitichezza;
  • dissenteria;
  • ipercolesterolemia;
  • inappetenza;
  • senso di nausea;
  • dimagrimento improvviso;

Qualora non si intervenga per risolvere il problema, nel lungo periodo un affaticamento del fegato può portare a:

  • cirrosi;
  • epatite;
  • calcoli biliari;
  • infezioni dell’organo.

Cibi consigliati per depurare il fegato

  • Spremuta di limone e pompelmo

 Ricca di vitamina C (acido ascorbico) e antiossidanti, una spremuta di limone o pompelmo può aumentare la produzione di enzimi che favoriscono un’eliminazione delle tossine dal fegato. Tuttavia, è opportuno che chi soffre di gastrite eviti questi agrumi.

  • Cavolfiori e broccoli

Responsabili dell’aumento dei glucosinolati, gli enzimi naturali capaci di eliminare tossine e sostanze cancerogene dal nostro organismo. Importanti anche per la prevenzione di malattie tumorali.

  • Mele

Questo frutto contiene molta pectina e tutte quelle componenti chimiche necessarie per il corretto funzionamento del tratto digestivo.

  • Tè verde

Ricco di antiossidanti e catechina, il tè verde apporta numerosi benefici al fegato e ne favorisce la depurazione.

  • Aglio

L’aglio rappresenta l’attivatore più efficace di alcuni enzimi che permettono al fegato di liberarsi delle tossine in eccesso. Inoltre, il selenio e l’allicina, contenuti nell’aglio, contribuiscono alle sue funzionalità.

  • Olio extravergine d’oliva, olio di semi di canapa e olio di semi di lino 

Questi oli, se usati cono moderazione e senza eccessi, apportano una base lipidica al fegato che tende a incorporare parte delle tossine.

  • Cereali integrali:

I cereali integrali, e in particolare il riso integrale, sono fonti essenziali di vitaime del gruppo B. svolgono un ruolo fondamentale per il benessere dell’intero organismo, e in particolare del fegato.

Gli esperti consigliano di evitare alimenti preparati con farine raffinate, e prediligere sempre quelli realizzati con farine integrali. Il nostro organismo ne trarrà grande giovamento e ciò sarà chiaramente visibile dall’esterno. La pelle, e in particolar modo i capelli, risulteranno forti e sani. Per maggiori informazioni sulla cura dei vostri capelli e su come prevenirne la caduta visita: blogcalvizie.it

  • Carote

Verdure ricche di betacarotene e di flavonoidi stimolano le funzioni dell’intero organismo. Una funzione simile è svolta anche dalle barbabietole. Il fegato trae naturalmente grande giovamento dalla loro azione.

  • Noci

Gli esperti consigliano di consumare giornalmente almeno un paio di noci. Queste sono ricche di arginina, un aminoacido che aiuta il fegato nella sua funzione depurativa.

  • Spinaci, cicoria, tarassaco

Gli ortaggi a foglia verde sono ricchi di clorofilla e svolgono un’importante funzione depurativa a livello del sangue. Sono in grado di eliminare i metalli pesanti e i pesticidi e proteggono il fegato.

Ulteriori accorgimenti

Certo l’alimentazione svolge un ruolo fondamentale per la depurazione del fegato. Tuttavia, esistono numerosi altri fattori cui prestare attenzione per la cura e la giusta funzionalità dell’organo:

  • Non esagerare con gli alcolici. Un bicchiere di vino non danneggia il fegato, ma un abuso di sostanze alcoliche può farlo.
  • Evitare un’assunzione eccessiva di farmaci.
  • Evitare di associare tra loro farmaci diversi senza rivolgersi a un medico.
  • Svolgere costantemente attività fisica ed evitare uno stile di vita sedentario.
  • Ridurre al minimo il consumo di cibi grassi o fritti.
  • Ridurre al minimo il consumo di sale.
  • Evitare un aumento eccessivo del peso corporeo.